Sindrome dell’intestino irritabile, che dire degli enzimi?

La sindrome dell’intestino irritabile o colopatia funzionale colpisce il 10% della popolazione e influisce notevolmente sulla qualità della vita dei pazienti che ne soffrono.

Un team dell’ INSERM ha studiato le proteasi *, gli enzimi responsabili della digestione delle proteine, la cui attività è elevata in modo anomalo nel tratto intestinale nelle persone che soffrono di colopatia funzionale.

Utilizzando una tecnica per visualizzare l’attività enzimatica chiamata zimografia, i ricercatori sono stati in grado di dimostrare che l’attività enzimatica è stata prodotta dalle cellule della mucosa intestinale e che un enzima in particolare, la tripsina 3, stimola la permeabilità epiteliale sollecitando i neuroni dell’intestino.

Ecco un interessante passo avanti da applicare in altre patologie digestive come le malattie infiammatorie intestinali (IBD) e che apre la strada a nuovi trattamenti per dare sollievo ai pazienti con colopatia funzionale

Pr De Simone, Chi sono


* STUDY: C. Rolland-Foucarde et coll. Epithelial expression and function of trypsin-3 in irritable bowel syndrome, Gut 2017;0:1–12. doi:10.1136/gutjnl-2016-312094

Condividi questo articolo!

Tenersi in contatto, Iscriviti

Probiotixx

La Lettera dei Probiotici

Probiotixx

La Lettera dei Probiotici

Niente spamming, niente pubblicità. Scienza.

Iscriviti al blog di Pr De Simone. Ricevi le sue ultime analisi sul campo in continua evoluzione dei probiotici e il loro coinvolgimento nelle terapie all'avanguardia.