Formulazione De Simone 2017-12-19T16:03:58+00:00

Formulazione De Simone

Un prodotto di alta qualità

La formulazione De Simone è un integratore alimentare ad alta concentrazione contenente 8 diversi ceppi di batteri per aiutare a mantenere il sistema digestivo in salute. È stato oggetto di oltre 60 studi clinici e oltre 200 pubblicazioni originali e approvato dalle principali associazioni internazionali di gastroenterologia. La formulazione è stata inventata dal medico e professore di malattie infettive e immunologia – Claudio De Simone, MD, PhD.

Dove acquistare
De Simone
Formulation?

Cosa sono i probiotici?

I probiotici funzionano in vari modi lungo il tratto digestivo, contribuendo a bilanciare i livelli di microrganismi nell’intestino e a ridurre il numero di batteri nocivi che causano infezioni e altri problemi di salute.

Quando i batteri buoni vengono meno a causa di una malattia o di un trattamento come gli antibiotici, i probiotici possono contribuire a sostituirli.

I probiotici possono aiutare a bilanciare i batteri buoni e nocivi per far funzionare il tuo corpo come dovrebbe.

Perchè è importante mantenere il sistema digestivo in salute?

Un sistema digestivo sano svolge un ruolo importante nel benessere di una persona. Un tratto digerente mal funzionante può interferire con la qualità della vita ed essere fonte di molti problemi di salute.

È importante mantenere l’equilibrio della microflora intestinale. Hai bisogno di un buon equilibrio intestinale per rimanere in salute. Un tratto digestivo umano sano contiene 500 diversi tipi di batteri che svolgono un ruolo fondamentale nel ridurre la crescita dei batteri nocivi.

I ceppi lavorano in sinergia

I ceppi contenuti nella miscela sono stati selezionati per le loro specifiche caratteristichee per la loro capacità di lavorare in sinergia e ottenere ciò che singoli ceppi o altre combinazioni di ceppi non possono ottenere.

Riconosciuto per la sua efficacia e sicurezza, Vivomixx è stato testato con successo in oltre 60 studi clinici scientifici ed è distribuito in molti paesi in tutto il mondo.

450 miliardi di batteri in una bustina, equivalgono a 45 yogurts

La formulazione De Simone contiene 450 miliardi di batteri attivi e vitali per bustina e 112 miliardi per capsula. Queste quantità sono necessarie per colonizzare correttamente l’intestino per fornire un equilibrio salutare di batteri buoni a supporto del sistema intestinale.

Perchè così tanti batteri?

La formulazione De Simone contiene 450 miliardi di batteri per bustina e 112 miliardi di batteri per capsula. Queste quantità sono necessarie per sopravvivere al percorso per colonizzare correttamente l’intestino che contiene fino a 10-1000 miliardi di batteri/ml di materiale fecale. Nel colon ci possono essere circa 1500 ml di materiale fecale.

60 studi clinici

Riconosciuta per la sua efficacia e sicurezza, la formulazione De Simone è stata testata con successo in oltre 60 studi clinici scientifici ed è distribuita in molti paesi in tutto il mondo.

200 articoli e pubblicazioni

La Formulazione De Simone è stata oggetto di oltre 200 pubblicazioni originali approvate dalle maggiori associazioni internazionali di gastroenterologia.

Intervenire sulla flora batterica intestinale per prevenire l’epatosteatosi

25 settembre 2018|0 Commento

E’ nota da tempo la problematica che coinvolge la steatosi epatica non alcolica (NAFLD), di rilevante incidenza negli [...]

Agire sul microbiota: una strategia per migliorare i disturbi dello spettro autistico?

7 settembre 2018|0 Commento

La Francia ha recentemente annunciato il 4° Piano per l’ autismo che si estenderà fino al 2022. [...]

Il trattamento di obesità e diabete passa per l’intestino? 1

4 settembre 2018|0 Commento

In quel lavoro  di Harvard il gruppo coordinato da Ronald Kahn si è chiesto come mai l'obesità [...]

La perturbazione osmotica transitoria provoca alterazioni a lungo termine del microbiota intestinale1

4 luglio 2018|0 Commento

Condizioni di intolleranze alimentari o malassorbimento, ma soprattutto l'uso di lassativi, possono determinare una diarrea osmotica, determinata [...]

Clearance of human papillomavirus related anal condylomas after oral and endorectal multistrain probiotic supplementation in an HIV positive male: A case report.1

7 maggio 2018|0 Commento

Questo virus colpisce uomini e donne, omosessuali ed eterosessuali e causa condilomi a livello del pene, testicoli, [...]

Autismo, correlato ad un’infezione batterica durante la gravidanza?

23 aprile 2018|0 Commento

L'autismo è un argomento sul quale, come sapete, mi piace esprimermi regolarmente. Questo complesso disturbo di neuro-sviluppo, [...]

L’analisi dei composti organici volatili (VOC), un vero strumento diagnostico nel trattamento del SII

19 marzo 2018|0 Commento

La sindrome dell'intestino irritabile (SII) è una malattia complessa e confusa. Se il dolore e il disagio [...]

Sclerosi multipla (SM), i probiotici per calmare l’infiammazione

19 febbraio 2018|0 Commento

Se le malattie autoimmuni m'interessano così tanto è che troviamo in ciascuna di esse dei meccanismi infiammatori [...]

Malattie neurodegenerative, sulla via delle terapie preventive?

19 febbraio 2018|0 Commento

Forse avete letto di recente che il gigante farmaceutico Pfizer interrompe la ricerca di medicinali per il [...]

IBD un batterio non proprio innocente

17 gennaio 2018|0 Commento

Le malattie croniche dell'intestino (IBD) colpiscono 200.000 persone in Francia e queste patologie rimangono incurabili nonostante alcuni [...]

Disbiosi fungina coinvolta nell’IBS

17 gennaio 2018|0 Commento

Il microbiota intestinale, composto principalmente da batteri, svolge un ruolo importante nella fisiopatologia delle malattie intestinali ed è [...]

Infezioni delle vie respiratorie, presto un’alternativa ai trattamenti antibiotici?

13 dicembre 2017|0 Commento

La resistenza dei batteri agli antibiotici è, lo sappiamo, un problema di salute pubblica, specialmente in Francia, [...]

Un approccio terapeutico personalizzato alle malattie infiammatorie intestinali?

20 novembre 2017|0 Commento

I pazienti non rispondono sempre in modo uguale a un trattamento specifico, ma quando la ricerca può predire [...]

Il trattamento con probiotico migliora i risultati dell’encefalopatia epatica cronica dei ratti BDL, studio longitudinale 1H MRS in vivo

15 novembre 2017|0 Commento

La Formulazione De Simone è stata testata su un modello sperimentale di encefalopatia epatica cronica che si correla con [...]

Dieta Fodmap*, buona per la digestione, ma stai attento alla tua flora intestinale

24 ottobre 2017|0 Commento

Questa è la dieta per eccellenza per le persone che soffrono di sindrome dell'intestino irritabile e presenta aspetti [...]

La flora intestinale al centro della nostra comprensione dell’obesità?

6 novembre 2017|0 Commento

Cosa si può dire sulla relazione tra microbiota e obesità? La settimana della National Obesity Care che [...]

Mangia sano per combattere la depressione

28 agosto 2017|0 Commento

Il legame tra umore e dieta è ben noto, ma nessuno studio lo ha dimostrato formalmente. Questo [...]

Come possono i batteri alterare il ruolo del triptofano sull’immunità?

27 settembre 2017|0 Commento

Ecco una breve recensione sul triptofano, uno dei 9 aminoacidi essenziali per il buon funzionamento del corpo. [...]

GFNG 2017: un interesse crescente per il microbiota intestinale

28 agosto 2017|0 Commento

Dopo il meeting del gruppo francese di neuro-gastroenterologia che si è svolto a Nantes il 22 e il [...]

Il futuro dei probiotici

29 giugno 2017|0 Commento

Ci si chiede: qual’è il futuro dei probiotici, probiotici è un ombrello e in questo ombrello [...]

La formulazione De Simone

29 giugno 2017|0 Commento

Una delle domande frequenti che mi viene fatta è quando e come è stata inventata la [...]

Pioniere del Microbiota

29 giugno 2017|0 Commento

Quando ho iniziato questa avventura, mi sono trovato a questa estremità. Nessuno voleva dare i batteri [...]

HIV-AIDS e microbiota

1 marzo 2017|0 Commento

Seropositività e disturbi cognitivi, quali legami e quali soluzioni? Consiglio vivamente di leggere l'articolo di Jeannie Wraight [...]

Ictus: modulazione di una predisposizione genetica da parte del microbiota

21 giugno 2017|0 Commento

Un team internazionale di ricercatori guidati da Mark Kahn dell'Università della Pennsylvania ha recentemente dimostrato il legame [...]

L’enigma dell’autismo – Il ruolo dei batteri

22 febbraio 2017|0 Commento

Ho visto questo documentario e lo consiglio vivamente per l'approccio originale e le ipotesi fatte sull'autismo. Per tutti coloro [...]

Domande frequenti

  • Qual è la dose giornaliera raccomandata di Vivomixx?

    La dose giornaliera raccomandata è di 1-2 bustine o 1-4 capsule. Il contenuto della bustina può essere sciolto in acqua, yogurt e in qualsiasi altra bevanda fredda non gassata.

  • Quando è il momento migliore per assumere Vivomixx?

    Si consiglia di assumere Vivomixx prima di colazione.

  • Qual è la durata ottimale per l’assunzione di Vivomixx?

    I primi benefici possono iniziare a sentirsi già dopo 3-4 giorni, ma la colonizzazione ottimale avviene tra le 2-3 settimane.

  • Vivomixx contiene allergeni?

    Vivomixx non contiene glutine, lattosio o soia. Non contiene conservanti o dolcificanti sintetici.

  • Perché Vivomixx deve essere conservato in frigorifero?

    Vivomixx deve essere conservato a temperatura refrigerata per meglio mantenere la vitalità del prodotto, ma può essere tenuto fuori dal frigorifero a temperatura ambiente fino ad una settimana senza comprometterne la qualità. Tuttavia, alte temperature ( > 25 C°) devono essere evitate.

Dove acquistare De Simone Formulation?

In America

La società Exegi Pharma è responsabile della distribuzione della Formulazione De Simone.

Contatta Exegi Pharma

In Europa, Medio Oriente e Africa

La società Mendes SA è responsabile della distribuzione della Formulazione De Simone.

Contatta Mendes SA

In Korea

La società Bioeleven è responsabile della distribuzione della Formulazione De Simone.

Contatta Bioeleven