Le blog d'un pionnier du microbiote intestinal:Home/Pr. Claudio De Simone

About Pr. Claudio De Simone

This author has not yet filled in any details.
So far Pr. Claudio De Simone has created 276 blog entries.

Una modifica del microbiota intestinale migliora i pazienti diabetici

Interessante uno studio presentato come abstract al meeting annuale EASD (European Association for the Study of Diabetes) dal gruppo cecoslovacco coordinato da Kahleova in cui una dieta vegana a basso contenuto di grassi ha indotto cambiamenti nel microbiota intestinale. Questi cambiamenti sono risultati correlati ai cambiamenti della composizione corporea e alla sensibilità [...]

Probiotici in aiuto del degrado cognitivo nei pazienti HIV

Anche se ad oggi i pazienti HIV possono essere mantenuti in remissione dallo sviluppo della patologia mediante la cART (terapia antiretrovirale di combinazione), rimangono ancora delle problematiche legate al degrado cognitivo. Uno studio tutto italiano pubblicato sul Journal of NeuroVirology ha sottoposto pazienti HIV ad una supplementazione di probiotici ad alta [...]

Resistenza antimicrobica: agisci ora

Fin dalla loro scoperta, gli antibiotici sono stati la pietra angolare della medicina moderna. Tuttavia, il loro abuso e l'uso improprio nella salute umana e animale hanno incoraggiato la nascita e la diffusione della resistenza agli antibiotici, che si verifica quando i microbi, come i batteri, diventano resistenti ai farmaci usati [...]

Probiotici ad alta concentrazione per l’intestino dei pazienti con Sclerosi Sistemica

I pazienti con Sclerosi Sistemica (SSc) presentano grosse alterazioni della funzionalità gastrointestinale, oggetto di studio da parte di molti ricercatori come il gastroenterologo Julian Thumboo e il suo gruppo di Singapore; l’idea di partenza è stata quella di vedere se si potevano migliorare le funzioni intestinali in questi pazienti utilizzando la [...]

Probiotici ad alta concentrazione per migliorare la funzione cognitiva

La ricerca sta confermando che i probiotici possono modulare il microbiota intestinale, la permeabilità intestinale e la risposta immunitaria: da qui l’ipotesi, suggestiva e razionale, che una integrazione con probiotici potrebbe migliorare anche una disfunzione cognitiva e costituire un utile aiuto ai pazienti con cirrosi. Questo è stato l’obiettivo del gruppo [...]

Autoanticorpi verso batteri intestinali predicono lo sviluppo di un diabete di tipo 1

Analisi di sequenze di frammenti di microbiota intestinale hanno suggerito che i cambiamenti nella composizione batterica intestinale siano associati con alcune malattie autoimmuni negli esseri umani e in modelli animali. In virtù della scarsa conoscenza dei meccanismi attraverso i quali il microbiota intestinale influenza le risposte autoimmuni di tessuti periferici, il [...]

Probiotici ad elevata concentrazione per invecchiare al meglio

Il microbiota intestinale umano è un complesso ecosistema che coordina molte funzioni per lo sviluppo dell'ospite, tra cui il sistema immunitario e il metabolismo. Ne consegue che squilibri che riguardano il microbiota intestinale possono essere collegate a molte patologie metaboliche come l'obesità, il diabete di tipo 2, la sindrome dell'intestino irritabile [...]

Probiotici: effetti positivi sulla diarrea indotta dalla chemioterapia

La chemioterapia, poiché modifica il microbiota intestinale, causa spesso gravi effetti collaterali, tra cui la diarrea. Raramente segnalato, la diarrea è una condizione con la quale è difficile convivere e rappresenta un potenziale rischio per questi pazienti. Può infatti essere causa di perdita di peso, malnutrizione, squilibrio elettrolitico, affaticamento e malessere. [...]

Il microbioma dei pazienti con Lupus influenza la loro immunità

I pazienti con Lupus Eritematoso Sistemico (LES) presentano un microbioma intestinale particolare, caratterizzato da una profonda disbiosi di intensità proporzionale alla gravità della malattia; una delle principali conseguenze di questa situazione intestinale è l'incapacità di proteggere l'individuo colpito da LES da infezioni sostenute da batteri commensali intestinali.Uno studio di coorte condotto dal [...]