Dalla rivista Frontiers in Medicine arriva una nuova prospettiva anti-Covid-19. L’idea parte dal presupposto che l’infezione virale da SARS CoV-2 sia in grado di destabilizzare profondamente l’asse intestino-polmoni, provocando i danneggiamenti della funzionalità respiratoria.

Sia il polmone sia l’intestino esprimono il recettore ACE2, attraverso il quale si manifesta la sindrome respiratoria acuta da SARS-CoV-2; nell’intestino, dove i recettori ACE2 sono abbondantemente presenti, il coronavirus può moltiplicarsi rapidamente. Da qui l’idea, decisamente innovativa di utilizzare un mix di ceppi batterici (Sivomixx® 800, Ormendes SA) con un profilo biochimico, antivirale ed immunologico peculiare, in grado di alzare tali difese nell’ospite.

I ricercatori hanno reclutato 70 pazienti malati di Covid-19 con un coinvolgimento polmonare della patologia, e per i quale era stato richiesto un trattamento di ossigenoterapia non invasiva. Suddivisi in due gruppi, i 42 pazienti nel primo gruppo hanno ricevuto un trattamento a base di idrossiclorochina, antibiotici e/o tocilizumab, lo stesso approccio farmacologico previsto per i 28 pazienti nel secondo gruppo che però ha assunto anche Sivomixx® 800. Dai dati della sperimentazione emerge un netto miglioramento a carico della diarrea, febbre, debolezza fisica e mialgia. Inoltre, tutti i pazienti trattati con terapia standard arricchita da questo particolare probiotico sono sopravvissuti alla malattia COVID-19 e nessuno ha richiesto la ventilazione meccanica invasiva, a differenza di quanto si è invece verificato nel gruppo trattato con soli farmaci.

Una alta concentrazione e vitalità dei ceppi utilizzati convalidati da una solida letteratura scientifica specifica costituiscono un presupposto non solo sufficiente ma profondamente necessario per il raggiungimento di una protezione adeguata a livello di microbioma intestinale.

Pr De Simone, Chi Sono

D’Ettorre et al. Challenges in the management of SARS-CoV2 infection: the role of oral bacteriotherapy as complementary therapeutic strategy to avoid the progression of COVID-19.  Med. 2020 7:389.  doi: 10.3389/fmed.2020.00389

Condividi questo articolo!

Categories: Covid, Probiotici, Slab51

Tenersi in contatto, Iscriviti

Probiotixx

La Lettera dei Probiotici

Probiotixx

La Lettera dei Probiotici

Niente spamming, niente pubblicità. Scienza.

Iscriviti al blog di Pr De Simone. Ricevi le sue ultime analisi sul campo in continua evoluzione dei probiotici e il loro coinvolgimento nelle terapie all'avanguardia.